Gamescom 2013: Castlevania: Lords of Shadow 2 – Anteprima

Game Info

Una sete che consuma…

Ritrovato in quel di Colonia dopo la recente interazione “losangeliana”, Castlevania: Lords of Shadow 2 si è presentato ai nostri occhi in splendida forma, dandoci anche occasione per venire a conoscenza di alcune interessanti informazioni, una su tutte l’annuncio di una versione HD di Mirrors of Fate, la qual cosa si è tradotta (almeno per chi vi scrive) in una scelta graditissima.

 

Ciò detto, avevamo lasciato Gabriel Belmont sul trono di un palazzo antico, immerso però nella vita di una moderna metropoli e, in effetti, LOS 2 è ambientato proprio nell’epoca moderna, anche se l’aspetto gotico e decadente delle architetture lascerebbe presupporre in modo diverso. Architetture che, a differenza di come si potrebbe pensare, non sono al servizio del Principe delle Tenebre, ma piuttosto gli remano contro comportandosi, tanto per fare un paragone, come la città del recente DMC. A fare da metro di paragone per la gravità della situazione ci pensa il sangue e la sua mefitica presenza capace di alterare architetture e nemici. L’apparizione del liquido vermiglio, infatti, è capace di corrodere architravi e colonne, così come di potenziare i nostri nemici.

Il gameplay, comunque, resta fondamentalmente lo stesso del capitolo precedente, tutto giocato sul binomio di combattimenti efferati e esplorazione ambientale (qui, invero, molto più preponderante e interessante che in passato). Gabriel tuttavia, nei panni di Dracula, offre al giocatore tutta una serie di nuove e mortali interazioni belliche, senza contare che finalmente la telecamera può essere controllata direttamente dal giocatore con lo stick destro, configurando un’esperienza di gioco finalmente fluida. Tutto in funzione di un sistema di combattimento sempre dinamico e esaltante in cui Dracula fa bella mostra della sua forza bruta e della sua agilità. Abbandonati i precedenti potenziamenti attivabili con i grilletto, si è ora optato per un sistema di cambio arma dinamico e “on the fly” che permette di incastrare combo come una perfetta macchina di morte. Oltre alla classica frusta (qui in versione sanguigna), Gabriel può ora contare sulla Void Sword e sui Chaods Claws. La prima agilissima e affilata, permette combo rapide capace di ristorare la nostra energia, i secondi invece sono potentissimi ma con un attacco dal range più limitato, seppur permettano di distruggere la protezione e le difese avversarie.

In chiusura, ci è stato presentato il sistema del Focus che, caricandosi a suon di attacchi e parate, permette al giocatore di ricevere maggiori quantità di sangue per le uccisioni dei nemici così da poter ottenere il mana necessario a potenziare le nostre abilità.

Castlevania: Lords of Shadows 2 sarà l’ultima interazione di Mercury Steam con il brand. Il team ci ha precisato a chiarirlo ancora una volta lasciandoci quasi l’intuizione di essere pronto a lavorare su altro. Come sia sia, il gioco sprizza stile e classe da ogni poro e risulta, già solo allo stato attuale, un capolavoro action praticamente preannunciato. Dovremo aspettare Febbraio per mettere le mani sulla versione finale del gioco… speriamo di non morire in preda alla troppa sete di sangue.

 

Raffaele Giasi


Rispondi

Devi essere autenticato per inserire un commento.